NOTA UFFICIALE M5S di Montecchio Emilia, di Mercoledì 24 Settembre 2014 – Appalto 2012 costruzione scuola

Oggi mercoledì 24 Settembre, sulla stampa e sui social media, leggiamo dichiarazioni di solidarietà al Sindaco di Montecchio Emilia relative a presunte accuse di criminalità rivolte a suo carico e divertenti aggetivazioni, come il surreale riportato da alcuni quotidiani ed anche le dichiarazioni su un post del Sindaco Colli, che afferma “In base alla legge gli Amministratori non si occupano delle procedure degli appalti pubblici, non si occupano delle procedure di gare d’appalto.”
Penso e credo che questa sia la risposta del Sindaco a chi si è rivolto direttamente a lui, nella fattispecie il Presidente del Tribunale di Reggio Emilia che ha affermato che il Sindaco stesso, dovrà rendere conto alla Corte dei Conti per i lavori svolti in appalto pubblico in assenza di un certificato antimafia della ditta appaltatrice.
Non certo quindi a chi, a far tempo dal 31 Marzo 2014, come il sottoscritto in qualità di Candidato Sindaco designato, gli ha rivolto specifica domanda sull’esistenza e possesso di tale certificazione antimafia, e senza parlare di, o rivolgere ad alcuno, accuse relative a criminalità o altro.
Rileviamo invece quotidiane difese a comprova della correttezza delle procedure seguite da codesta amministrazione, in ottemperanza alle disposizoni previste dalla legge per l’iter di aggiudicazione e consegna di esecuzione dei lavori, seguiti a gara pubblica di appalto.
Ora troviamo surreale, questo si, il fatto che comunque i lavori comunque interrotti sono stati eseguiti in assenza della necessaria certificazione antimafia, come da dichiarazione del Dott. Caruso Presidente del Tribunale di Reggio Emilia.
A proposito di correttezza delle procedure seguite, vogliamo segnalare che, pare che, la comunicazione alla Prefettura di Reggio Emilia di mancata produzione del certificato antimafia della ditta esecutrice dei lavori non sia mai stata inviata dagli uffici comunali che avrebbero invece dovuto, secondo i vigenti regolamenti, inviarla attraverso la posta certificata.
Rivolgiamo quindi, anche questa volta, una semplice domanda alla quale forse avremo una risposta.

Mauro Caldini
Consigliere Comunale del MoVimento 5 Stelle
di Montecchio Emilia